Tradizione Futuro annuncia “Inversione Salerno”

0
684

Raffaele Sica – L’associazione Tradizione Futuro annuncia l’avvio dell’iniziativa “Inversione Salerno”, un ciclo di incontri che vuole far emergere i problemi della città e costruire una nuova visione del suo futuro.

Gli incontri, che si terranno a partire da questo mese, saranno delle vere e proprie tavole rotonde con diversi rappresentanti di settore ed esperti, aperte alla possibilità – per tutti i partecipanti – di contribuire attivamente al confronto proposto. L’idea è quella di affrontare in modo esaustivo e condiviso le sfide relative ai temi centrali che vanno a costruire l’identità di una città, il suo tessuto sociale, culturale ed economico.                                          

I temi fondamentali che verranno esplorati includono infatti il lavoro, l’impresa, il sociale, la cultura, la tecnologia, la formazione, la qualità dell’ambiente e dell’alimentazione. “Pensiamo che Salerno abbia un’anima civica da recuperare, compressa nel tempo dall’incuria di una dimensione urbana e sociale sempre più abbandonata al declino da una classe amministrativa concentrata più spesso sui propri esclusivi interessi”, affermano i promotori di “Inversione Salerno”. “Questa iniziativa vuole essere perciò un contributo alla ricerca dei presupposti per la costruzione di una nuova visione del suo futuro che ne rispetti le vocazioni, la gloria storica e la naturale bellezza”.

Il primo incontro di “Inversione Salerno” si terrà sabato 24 febbraio 2024, alle ore 10:30, presso la Sala Moka su Corso Vittorio Emanuele. Il tema dell’incontro sarà “Invertire la crisi: formazione, lavoro ed economia al servizio della nuova città”. 

Durante il dibattito, moderato dal giornalista Andrea Pellegrino, interverranno come relatori Francesca Falvella, avvocato e responsabile provinciale dell’ ufficio legale del sindacato UGL; Adolfo Gravagnuolo, storico commerciante salernitano già presidente di Ascom/Confcommercio; Salvatore Gagliano, noto imprenditore alberghiero già consigliere regionale e comunale; Giorgio Scala, presidente della Fondazione Saccone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here