Forza Italia e la tentazione Michele Sarno. Sabato si apre “La Casa della Sinistra”

0
244

La voce girava già da qualche giorno. La ritirata di Michele Tedesco dalla corsa a sindaco era già attesa e negli ambienti annunciata. L’avvocato penalista stretto nell’indecisione del centrodestra alla fine ha gettato la spugna, ringraziando il gruppo ‘Oltre’ (composto dai sei consiglieri comunali fuoriusciti dalla maggioranza Napoli) per l’indicazione e il sostegno ricevuto. Dunque si ritorna al punto di partenza. O quasi. Il centrodestra dovrà provare a ricomporre il suo tavolo, forte anche delle indicazioni che arriveranno dal livello nazionale e da quello regionale. Forza Italia, alle prese con una riorganizzazione interna, attende le nomine prima di ritornare sul tavolo delle trattative e la Lega resta alla finestra. Quest’ultima, però, con un candidato sindaco già calato sul tavolo: ossia l’attuale consigliere comunale e provinciale Dante Santoro. Secondo un primo schema, Fratelli d’Italia dovrebbe imporre la sua leadership a Salerno; Forza Italia dovrebbe spuntarla con Maresca a Napoli e la Lega si accaparrerebbe il candidato sindaco della coalizione a Caserta. In più nel salernitano potrebbe giocare un ruolo di primo piano a Battipaglia. Nel comune capoluogo, dunque, si dovrebbe consolidare la linea Cirielli. Dunque una candidatura di Michele Sarno, allo stato già ben vista, dopo lo stop di Tedesco, da parte di Forza Italia che, a prescindere, secondo le più rosee previsioni, qualche pezzo per strada perderà da qui alla presentazione delle liste. Nell’area del centrodestra c’è anche Antonio Cammarota che potrebbe attirare parte degli scontenti o dell’ex coalizione costruita intorno a Michele Tedesco. Poi c’è l’Udc di Polichetti e Salzano che dovranno riposizionarsi in vista delle ultime novità. Ragosta (Verdi) dal canto suo avrebbe già lanciato la sua alternativa cercando di ricompattare il gruppo ‘Oltre’. Il candidato è, secondo l’ex deputato, Saverio Dambrosio che non accontenterebbe, per la sua storia politica, i partiti di centrodestra. Si pensa anche alla carta D’Alessio, tra i consiglieri comunali del gruppo ‘Oltre’ e dirigente regionale di Azione. Ma questa potrebbe essere l’ultima carta nel caso di una lista che composta solo da ‘Oltre’. A sinistra (nell’area anti deluchiana) si lavora e si prepara un nuovo cantiere. Sullo sfondo c’è la ‘Primavera Salernitana’ con una Casa della Sinistra che si aprirà il prossimo primo maggio a Torrione.

Articolo precedenteM5S, Iovino: “Immigrazione, a Palma Campania un sistema criminale per raggirare i decreti flussi”
Articolo successivoParenti orfani nelle sale d’attesa degli ospedali “Attiviamoci per facilitare le comunicazioni”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui