Giunta Giuliano: ok a realizzazione a Sardone impianto compostaggio di 60.000 tonn/anno

0
345

L’iter era già stato avviato, ma l’ultima delibera della giunta Giuliano in merito approva il  “Documento di Fattibilità delle alternative progettuali” (Fase | del Progetto di fattibilità tecnica ed economica) avente ad oggetto “Realizzazione impianto di compostaggio anaerobico della potenzialità di 60.000 tonn/anno”, da ubicare a Sardone. Questo il testo integrale della delibera del 10 agosto che ha visto l’unanimità dei suoi componenti con l’assenza dell’assessore Angela Maria Mele: “OGGETTO: Realizzazione impianto di compostaggio anaerobico della potenzialità di 60.000 tonn/’anno — Approvazione in linea tecnica del Documento di Fattibilità delle alternative progettuali. L’anno duemilaventidue il giorno dieci del mese di agosto alle ore 13.00 nella Casa Comunale. La Giunta Comunale, si è riunita sotto la presidenza del Sindaco Antonio GIULIANO e nelle persone dei signori: PRESENTE

1- GIULIANO ANTONIO Sindaco SI

2- TORO FABIO Vice Sindaco SI

3 – MALFEO ELIANA Assessore SI

4 – ULTURALE MARIANNA Assessore SI

5- MELE ANGELA MARIA Assessore NO

6- MARRANDINO GIUSEPPE Assessore Si; Constatato il numero legale degli intervenuti, dichiara aperta l’adunanza ed invita i presenti alla trattazione dell’argomento in oggetto. La giunta municipale VISTO l’art. 21 del Decreto Legislativo 18 aprile 2016 n. 50, come modificato dalla Legge 21/6/2017 96, il quale in materia di programmazione di lavori pubblici prevede, al comma 3: ‘“/ programma triennale dei lavori pubblici e i relativi aggiornamenti annuali contengono i lavori il cui valore stimato sia pari o superiore a 100.000 euro e indicano, previa attribuzione del codice unico di progetto di cui all’articolo 11, della Legge 16 gennaio 2003, n. 3, i lavori da avviare nella prima annualità, per i quali deve essere riportata l’indicazione dei mezzi finanziari stanziati sullo stato di previsione o sul proprio bilancio, ovvero disponibili in base a contributi o risorse dello Stato, delle regioni a statuto ordinario © di altri enti pubblici. Per i lavori di importo pari o superiore a 1.000.000 euro, ai fini dell’inserimento nell’elenco annuale, le amministrazioni aggiudicatrici approvano

preventivamente il progetto di fattibilità tecnica ed economica. Ai fini dell’inserimento nel programma triennale, le amministrazioni aggiudicatrici approvano preventivamente, ove previsto, il documento di fattibilità delle alternative progettuali, di cui all’art. 23, comma 5; VISTO il menzionato art. 23, comma 5, del medesimo D.Lvo n. 50/2016 e s.m.i. il

quale prevede la facoltà, ai fini delle attività di programmazione triennale dei lavori pubblici, di articolare il progetto di fattibilità tecnica ed economica in due

successive fasi di elaborazione di cui la Prima Fase relativa all’individuazione e

all’analisi da parte del progettista delle possibili soluzioni progettuali alternative,

ove esistenti, mediante la redazione di un elaborato denominato “Documento di

fattibilità delle alternative progettuali” (Fase | del Progetto di Fattibilità tecnica ed

economica) di fatto equiparabile agli “ex” Studi di Fattibilità; PRESO ATTO che con Delibera di G.C. n. 57 del 07/07/2022 sono state fornite, al Responsabile dell’ufficio Tecnico Comunale, atti di indirizzo per la predisposizione di un documento di fattibilità delle alternative progettuali al fine di valutare le migliori soluzioni impiantistiche sotto il profilo dell’impatto ambientale, al fine di essere partecipi ai processi decisionali per la realizzazione di un eventuale impianto di compostaggio nelle aree di proprietà Regionale e già aventi idonea destinazione d’uso, site nel comune di Giffoni Valle Piana alla Loc. Sardone; VISTO il documento di fattibilità delle alternative progettuali predisposto dall’arch. Gisella Carucci quale responsabile dell’Area Tecnica Lavori Pubblici nell’importo complessivo di euro 66.192.926,40, secondo l’allegato quadro economico; PRESO ATTO che la presente deliberazione relativa al “Documento di Fattibilità delle alternative progettuali” (Fase | del Progetto di Fattibilità tecnica ed

economica) è condizione necessaria per il successivo inserimento dell’opera nel

Programma triennale dei Lavori Pubblici 2022-2024, a seguito delle opportune

valutazioni di competenza da parte dell’Ente d’Ambito per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani della provincia di Salerno e della Regione Campania; DATO Atto che, l’approvazione del presente “Documento di Fattibilità delle alternative progettuali” e di ogni altro documento successivo è condizionato dall’individuazione del Comune di Giffoni Valle Piana quale soggetto attuatore dell’intervento, nonché alla definitiva chiusura dell’impianto di trasferenza di Sardone che dovrà avvenire

entro sei mesi dal decreto di finanziamento della Regione Campania; che, ai sensi dell’art. 24 comma Éter della Legge regionale n°14 del 26 maggio

2016 è garantita la partecipazione diretta del Comune di Giffoni Valle Piana nella

gestione dell’impianto realizzato; che, nell’ allegato “Documento di Fattibilità delle alternative progettuali” è stato

previsto che la viabilità sia migliorata, nonchè implementata con la realizzazione di nuovi tratti per evitare disagi ed interferenze con la viabilità ordinaria della zona; RITENUTO pertanto di procedere in conformità a quanto fin qui esposto; VISTI i pareri favorevoli resi, ai sensi dell’art49 del D.Lgs.18/8/2000 n.267, dal Responsabile dell’Area Tecnica LL.PP., in ordine alla regolarità tecnica della proposta di cui trattasi, e dal Responsabile dell’Area Finanziaria in ordine alla

regolarità contabile (Prot. n° 8696 del 10/08/2022); Visto lo Statuto Comunale;

Visto il D.Lgs. n° 267/2000; Con votazione unanime favorevole, resa per alzata di mano, DELIBERA 1. Di approvare il documento “Documento di Fattibilità delle alternative progettuali” (Fase | del Progetto di fattibilità tecnica ed economica) avente

ad oggetto “Realizzazione impianto di compostaggio anaerobico della

potenzialità di 60.000 tonn/anno”, redatto dall’arch. Gisella Carucci quale

responsabile dell’Area Tecnica Lavori Pubblici nell’importo complessivo di

euro 66.192.926,40, secondo l’allegato quadro economico; 2. Di dare atto:

– che il progetto consta degli elaborati di cui all’allegato elenco; – che il responsabile del procedimento, ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs. n. 50/2016, è individuato nella persona dell’arch. Vincenzo Zuccaro,

dipendente di questo Ente, già RUP dell’intervento di “Stazione di valorizzazione dei rifiuti differenziati del green district di Giffoni

Valle Piana – Pontecagnano ” – che l’opera verrà inserita nel Programma Triennale dei Lavori Pubblici 2022-2024, così come in premessa specificato; – che l’opera sarà inviata all’Ente d’Ambito per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani della provincia di Salerno ed alla Regione

Campania, per le valutazioni di competenza; 3. Di dichiarare il presente atto, attesa l’urgenza, immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134, comma 4 del Tuel. REALIZZAZIONE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO ANAEROBICO DELLA

POTENZIALITA’ DI 60.000 TONN/Anno. ELENCO Elaborati: R.1 – Relazione generale e Quadro economico R.2 – Studio di prefattibilità ambientale R.3 – Prime indicazioni e disposizioni per la stesura dei piani di sicurezza R4 – Relazione geologica R.5 – Calcolo sommario della spesa. INQUADRAMENTO TERRITORIALE ED URBANISTICO

–  Corografia

– Ortofoto

E;1

– Catastale

– Catastale con sovrapposizione ortofoto

–  Aerofotogrammetria

E.2 PLANIMETRIA STATO DI FATTO

E.3 PIANO QUOTATO STATO DI FATTO

E.4 PLANIMETRIA STATO DI PROGETTO

ES PIANTA COPERTURA STATO DI PROGETTO E.6 PLANIMETRIA GENERALE CON NUOVA VIABILITA”  8. QUADRO ECONOMICO

COMUNE DI GIFFONI VALLE PIANA (SA)

LAVORI DI REALIZZAZIONE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO ANAFROBICO DA 60.000 TONN Annue quadro economico

PROGETTO DI FATTIBILITA’ TECNICA ED Economica  A) LAVORI

al) IMPORTO DEI LAVORI € 48 231 200,00

a2) Oneri per la sicurezza (aggiuntivi)| € 1 446 936,00

A) IMPORTO TOTALE DEI LAVORI (alta2)| € 49 678 136,00

B) SOMME A DISPOSIZIONE DELLA STAZIONE APPALTANTE € 16 514 790,40

[b1) Oneri aggiuntivi a discarica autorizzata di “rifiuti speciali” € 400 000,00

b2) Forniture

[53) Imprevisti € 1 987 125,44

b4) Acquisizione aree o immobili (espropri) € 400 000,00

b5) Lavori in economia € 964 624,00

b6) Spese generali € 5 712 985,64

Spese tecniche progettazione, coord. Sicurezza, rilievi, accertamenti e indag.

direzione lavori, assistenza e contabilità

D6.1 accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche; collaudo tecnico

amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici,

attività di consulenza o supporto, incluso CNPAIA € 4 719 422,92

66.2 ‘Spese accantonamento per incentivo DLgs. 50/16

€ 993 562,72

b6.3 Spese per attività di consulenza

subtotale investimento IVA esclusa] € 59 142 871,08

b7) I.v.A. ed aventuali altre imposte e tasse € 7 050 055,32

b7.1 I.V.A. sui lavori (10% di A) € 4 967 813,60

[p7.2__(I.v.A. su oneri rifiuti(22% di bl) € 88_000,00

b7.3 I.v.A. su forniture (22% di b2) € –

b7.4 |I.V.A. su imprevisti (22 % di b3) € 437 167,60

b7.5 I.V.A. su acquisizione aree immobili (espropri) € 88 000,00

b1.6 I.V.A. su lavori in economia € 212 217,28

b7.? I.V.A. su (b6,1 e b6.2) € 1 256 856,84

b7.8 I.V.A. su (b6.3) € =

IMPORTO TOTALE PROGETTO (A+B)| € 66 192 926,40″

Articolo precedenteElezioni: De Luca, non avevamo bisogno di una campagna elettorale
Articolo successivoMusica, arte e colore: al via la nuova edizione dell’Holi Colors Party a San Mango Piemonte

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui