Gli stati generali del turismo a Sorrento

0
161

di Giovanni Serva

Prenderanno il via a Sorrento, domani 2 marzo, gli Stati Generali del Turismo.
L’evento è stato fortemente voluto dall’amministrazione sorrentina e sarà patrocinato dalla Regione Campania e dall’Enit, l’agenzia nazionale per  il turismo, in un’ottica di centralità dell’offerta locale, assurta a modello per tutto il Paese.
Oltre alla partecipazione del ministro del turismo Garavaglia e del presidente della regione De Luca, interverranno numerosi esponenti e professionisti del settore, alla ricerca della ricetta giusta per superare la gravissima crisi che ha travolto il mondo dei viaggi.
Sorrento si candida dunque a faro della ripresa, la destinazione nota in tutto il mondo prima del covid poteva contare su 3 milioni di visitatori all’anno.
Si parlerà sicuramente di lavoro, di come tutelare e proteggere le migliaia di famiglie campane, e milioni di famiglie italiane, che vivono di turismo.
Si parlerà anche di offerta turistica strutturata, è oramai un tema sensibile, che non si può più interamente delegare ai privati ma necessita di un coordinamento che migliori la competitività, garantendo una qualità sempre maggiore dei servizi ed un’implementazione delle infrastrutture, dei collegamenti e dei trasporti.
E l’offerta turistica strutturata non può prescindere da un sistema: Sorrento, Capri e Costiera Amalfitana possono esprimere, in una logica di cooperazione, un’offerta di livello eccelso. Le caratteristiche dell’ospitalità del nostro territorio sono fortemente apprezzate dal mercato internazionale, forse come e quanto lo sono le bellezze paesaggistiche.
Anche se quest’anno, così come è stato l’anno scorso, il turismo sarà nazionale e di prossimità, i laboratori come quello di Sorrento sono fondamentali per prepararsi alla ripartenza del turismo globalizzato, che dovremmo rivedere a partire dal 2022.
I lavori andranno avanti per due mesi circa, parteciperanno ospiti molto autorevoli e gli incontri avverranno in diretta streaming.

Articolo precedenteAllievi e docenti della Spei tifano Arisa
Articolo successivoBattipaglia, la sindaca si incatena davanti all’ospedale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui