Maltempo, scuole chiuse fino a mercoledì ad Agropoli. Si stimano i danni

0
50

Con apposita ordinanza, il sindaco della città di Agropoli, Roberto Mutalipassi ha disposto la chiusura di tutti gli Istituti scolastici e gli impianti sportivi fino al prossimo 23 novembre compreso. “Le procedure ancora in atto per dare risposte ai danni del maltempo e le previsioni meteo per il prossimo martedì, che prospettano piogge abbondanti, rendono necessaria tale decisione, per la sicurezza di tutti” è il suo commento.

“Tanta pioggia caduta in un breve lasso di tempo ha comportato problemi di allagamenti in vari punti del territorio. Non ricordo un evento di tale proporzione. Sono stati decine gli interventi compiuti e alcuni ancora proseguono in questi minuti in cui stiamo facendo un ulteriore giro di perlustrazione nelle zone più colpite. E domani si proseguirà per dare risposte laddove non si è riusciti a farlo oggi. Siamo vicini come Amministrazione a coloro che hanno subìto danni e ci attiveremo affinché vengano compiuti gli atti utili, funzionali alla presentazione delle istanze di indennizzo, a partire dalla richiesta del riconoscimento dello stato di calamità naturale.

Voglio ringraziare l’intera macchina dei soccorsi e quella di supporto (Vigili del Fuoco, il gruppo comunale di Protezione Civile, Agropoli Cilento Servizi, Polizia municipale, Carabinieri, Croce Rossa, uffici comunali, associazioni, Alta Prospettiva) coordinata dal Centro Operativo Comunale, in costante contatto con la Prefettura di Salerno, che ha lavorato instancabilmente per dare ausilio ai tanti concittadini danneggiati. Un plauso voglio farlo alla Protezione Civile regionale e ai tanti colleghi sindaci che hanno mandato uomini e mezzi in supporto e a molti altri che hanno mostrato solidarietà e disponibilità.

Un ringraziamento speciale va ai numerosi concittadini che con i fatti hanno dimostrato la propria solidarietà, rimboccandosi le maniche. Agropoli ha un cuore grande e lo dimostra sempre”, conclude il primo cittadino.

Antonio Borrelli

Articolo precedenteProvinciali, alle 12 ha votato il 35 per cento
Articolo successivoBomba d’acqua nel Cilento: Legambiente, non c’è tempo da perdere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui