Rifiuti, De Luca: “Entro un anno e mezzo risolto problema ecoballe”

0
474

“Con gli impianti realizzati, nell’arco di un anno e mezzo o poco più avremo risolto un problema gigantesco, che avrebbe fatto tremare chiunque: 4,5 milioni di tonnellate di ecoballe da cancellare dal territorio. È un altro miracolo. Stiamo diventando la regione più ambientalmente avanzata d’Italia, con una vera economia circolare nella gestione dei rifiuti solidi urbani”. Lo afferma, parlando in diretta su Facebook, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Sul tema ecoballe, spiega: “Sono state eliminate quasi 2 milioni di tonnellate, il lavoro su altri impianti per il combustibile solido secondario va avanti. Abbiamo avuto un ritardo di due anni, due anni e mezzo, perché in questi anni si sono chiusi i Paesi di tutto il mondo rispetto alla possibilità di accogliere i rifiuti italiani. Questo ha determinato un ritardo nel programma di smaltimento”.

De Luca affronta, poi, la questione degli impianti di compostaggio: “Ancora oggi – sottolinea – siamo costretti a portare l’umido a Padova o in Sicilia con costi per lo smaltimento spaventosi, che si scaricano sulle bollette delle famiglie. Dopo un lavoro faticoso , oggi abbiamo praticamente tutte le gare aperte, alcune in via di conclusione, per realizzare i dieci impianti e fare in modo che la Campania sia autonoma anche per il trattamento dell’umido”. “Abbiamo eliminato in questi anni la sanzione europea a carico dell’Italia e della Regione per la presenza di ecoballe. Quella sanzione, 130mila euro al giorno, è stata eliminata per i due terzi e il completamento degli impianti – assicura De Luca – ci consentirà di eliminare anche il residuo della sanzione”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here