Salerno, Ordine degli Architetti: le nostre città recuperino rapporto uomo – spazio

0
91

Si svolgerà nella giornata di domani, 29 luglio, presso l’Hotel Mediterranea a Salerno a partire dalle 16:00 un incontro organizzato dall’Ordine degli Architetti di Salerno, dal titolo “ARCHITETTI OGGI – Il futuro della professione” durante il quale verranno affrontate tematiche che dovranno diventare per le nostre città esigenze cogenti dell’oggi e del tempo a venire, quali la rigenerazione urbana e la qualità del costruito che in uno alle criticità dell’abitare emerse con l’evento pandemico dovranno diventare assoluta priorità per contrastare congestione e disordine. “Le nostre città devono recuperare il rapporto uomo e spazio che lo circonda. – chiosa il presidente dell’Ordine degli Architetti di Salerno, Pasquale Caprio – Le periferie sono caratterizzate da episodi di degrado urbano, in un ambiente dove l’edificato, sorto per fronteggiare la crescente domanda di case a partire dagli anni 50 e 60, è di tipo quasi esclusivamente speculativo, sorto in un periodo storico in cui i temi della mobilità non erano presenti come oggi, con carenze sul piano della sostenibilità, dell’osservanza del rischio sismico, della costante presenza di barriere architettoniche per non dire dell’assoluta assenza di standard. Pensare ad un recupero e/o adeguamento del costruito esistente con i costi enormi da affrontare per realizzarlo non ne consiglia la conservazione che andrebbe accantonata a tutto vantaggio di una più opportuna sostituzione edilizia con la riprogettazione di interi ambiti” Il tavolo inizierà con l’esposizione da parte di giovani iscritti all’Ordine che hanno condotto un esperimento  di riprogettazione di un intero quartiere della città, affrontando il tema nell’ottica esposta, conferendo all’architettura il ruolo di catalizzatore sociale come interfaccia del dialogo tra spazio e società, per promuoverne l’importanza nel nostro quotidiano, migliorare il tessuto urbano, sociale ed economico delle nostre città auspicando, anche, un coinvolgimento attivo della cittadinanza per riflettere sul tema della qualità del progetto di architettura, sulla sua sostenibilità ambientale, culturale, urbana, sociale ed economica che dovrà essere, d’ora in avanti, la stella polare dell’opera degli Architetti. La giornata formativa affronterà le tematiche sotto diversi punti di vista, assieme ai relatori, agli Ordini di diverse province italiane, all’Università e ad Ance-Aies Salerno, che hanno aderito fattivamente, fornendo supporto tecnico e osservazioni del mondo politico, universitario, dei costruttori e dei liberi professionisti, pilastri essenziali per la promozione di questo epocale, ineludibile cambio di passo per uno sviluppo armonico e controllato dei nostri spazi costruiti che dovranno diventare patrimonio e diritto del cittadino del nuovo tempo.

Articolo precedentePicentini, Fratelli d’Italia si affida a Saviana Bonavita
Articolo successivoEtica & Salute: sospensione tratta ferroviaria Nocera Inferiore – Torre Annunziata preoccupa utenti e pendolari

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui