Fondazione Alario per Elea Velia e Lettera I presentano la scuola d’impresa e impresa culturale

0
106

La Fondazione Alario per Elea Velia – ente di formazione e impresa culturale, storico attore del terzo settore nel territorio del Parco Nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni – e Lettera i, Scuola d’impresa di Bologna, operativa a livello nazionale, presentano al pubblico del meridione La Scuola d’impresa e di impresa culturale.
Dal confronto delle proprie esperienze e nel perseguimento di valori condivisi i due organismi hanno deciso di proporre un’offerta formativa articolata e completa destinata sia agli imprenditori e agli aspiranti imprenditori, sia al vasto mondo di professionisti e operatori della cultura, del territorio e dell’arte che sono chiamati anch’essi ad adottare una cultura d’impresa, a fare impresa culturale.
La scuola, coniugando le esperienze delle due realtà che l’hanno costituita, nasce per rispondere concretamente al bisogno di sostenere, sviluppare e trasmettere la cultura d’impresa nel Sud-Italia, per preparare imprenditori, futuri imprenditori, professionisti e quanti operano nel mondo della cultura, dell’ambiente e dell’arte ad utilizzare al meglio risorse umane e territoriali, a valorizzare e potenziare i propri talenti, a tradurre le proprie idee in impresa, e il proprio operare in azione competente e consapevole.
La scuola, con il suo corpo docenti, condivide la dedizione e il rispetto di tanti nei confronti del lavoro, del territorio, della cultura e dell’arte, e, con l’offerta di una formazione di alto profilo ma allo stesso tempo di taglio pratico e operativo, vuole favorire le precondizioni perché i giovani e meno giovani che lo desiderino possano ideare e costruire progetti coerenti e sostenibili, aggiornare i modelli organizzativi e gestionali delle attività che già svolgono alle attuali esigenze del mercato, contribuire a potenziare le risorse del proprio territorio, quelle umane prima di tutto. Questi gli obiettivi di Alario e Lettera i, questa la mission della Scuola d’impresa e di impresa culturale. Introdurranno
Tommaso Chirico, Amministratore Delegato di Fondazione Alario e Stefania Bruno, Fondatrice di Lettera i. Interverranno
Marcello D’Aiuto, Presidente Fondazione Alario, Pietro D’Angiolillo, Presidente Associazione dei Comuni del Cilento Centrale, Franco Afieri, Presidente Unione dei Comuni Paestum Alto Cilento
Rosanna Romano, Direttore Generale per le Politiche Culturali e il Turismo Regione Campania Michele Albanese, Direttore Generale Banca Monte Pruno
Lucio Alfieri, Presidente della BCC di Buccino e dei Comuni Cilentani
Ciro Castaldo, Segretario Generale Fondazione Banco di Napoli
Tiziana D’Angelo, Direttrice del Parco Archeologico di Paestum e Velia
Jacopo Mele, Co-Fondatore Aurora Fellows. Relatori: Sandro Danesi, Economista e docente di Gestione d’Impresa
Giovanni Colucci, Consulente Controllo di Gestione e Finanza Aziendale
Laura Rainone, Museologa e Responsabile del Dipartimento Arte di Lettera i
Lorenzo Sciadini, Consulente e docente di Marketing, Coach professionista
Modera gli interventi Marcello Napoli, giornalista.

Articolo precedenteIus scholae, Malan (UDC Salerno): auspico che la proposta diventi legge
Articolo successivoPremio Charlot da 300mila euro. E’ l’unico evento all’Arena del Mare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui