I Certamen Historicum Francesco II di Borbone

0
100

I vincitori del “I Certamen Historicum Francesco II di Borbone”, riservato agli studenti delle scuole superiori e organizzato dalla Fondazione Il Giglio, sono stati premiati nel corso di una serata incentrata sulla Storia, con intermezzi di musica ed animazione. L’iniziativa che si inserisce all’interno di un più vasto programma di valorizzazione culturale è finalizzata ad una più approfondita conoscenza della figura dell’ultimo Re delle Due Sicilie.

Due le categorie di partecipazione: Per la sezione quesito storico e tema hanno vinto ex aequo Ludovico de Antonellis (Liceo Umberto I, Napoli) e Francesco Maria Ferraro (Liceo De Sanctis, Salerno); mentre Raffaele Gargiulo ed Antonio Esposito (Istituto Tecnico Commerciale Luigi Sturzo, Castellammare di Stabia), hanno primeggiato nella sezione video.

Coinvolta ed emozionata la Principessa Beatrice di Borbone-Due Sicilie, accolta al suo arrivo dalle note dell’“Inno del Re”, eseguito dal “Trio Paisiello” del Conservatorio San Pietro a Majella, in un clima di grande entusiasmo ha provveduto personalmente a congratularsi coi vincitori e a consegnare loro i premi previsti. I ragazzi hanno ricevuto un premio in denaro e la T-shirt ufficiale del “Certamen”, con l’effigie di Re Francesco II.

La delegata per la Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, Federica de Gregorio Cattaneo, ha annunciato che ai vincitori giungerà anche un riconoscimento dell’Ordine.

Un messaggio di adesione all’iniziativa è stato inviato da S.E. il Cardinale Crescenzio Sepe, impossibilitato ad intervenire per problemi di salute.

La Fondazione Il Giglio, nata nel 1992 come Cooperativa Editoriale Il Giglio, ha ricordato 30 anni di battaglia per le Due Sicilie con un video che ripercorre le tappe principali della propria storia.

Al tavolo, il dott. Giuseppe Nuzzo, presidente della Cooperativa, e Marina Carrese, presidente della Fondazione, nata nel 2012.

Messaggi di auguri sono giunti dal prof. Miguel Ayuso, dell’Università Comillas di Madrid, già presidente dell’Unione Internazionale dei Giuristi Cattolici, collegato in video e del teologo Nicola Bux, del prof. Átila Amaral Brilhante della Universidade Federal do Cearà (Brasile), dottore di ricerca dell’University London College, del prof. Roberto Spataro, della Pontificia Università Salesiana di Roma.

Gianni Aversano, di “Napolincanto” ha infiammato il pubblico (circa 100 i presenti, ben oltre la capienza della sala) con le note de “La Carmagnola”, di “Brigante se more” e con la satira di “Italiella”.

Il “Certamen” continuerà – ha annunciato la Fondazione Il Giglio – per diffondere la conoscenza del Servo di Dio, Re Francesco II di Borbone e tenere viva la sua memoria.

Articolo precedenteSanità: Pellegrino (IV), no a ospedali di comunità, riqualifichiamo ospedali esistenti in Campania
Articolo successivoPolichetti: “Nessuna aggressione verbale nei confronti di un’operatrice del reparto di Gravidanza a rischio. Siamo un’eccellenza campana e italiana”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui