I sapori di Vietri all’ombra della Tour Eiffel

0
37

Anche Vietri sul Mare protagonista della cena di gala promossa dall’Ambasciata d’Italia a Parigi in occasione dell’apertura della settimana della cucina italiana nel mondo. Il 14 novembre i ristoranti del Buon Ricordo, tra i quali rientra anche il celebre locale di Marina di Vietri gestito da Pasquale Vitale avranno, infatti, l’onore ed il piacere di firmare il menu della serata di gala prevista in programma in occasione dell’apertura dell’ormai tradizionale appuntamento autunnale, che propone a livello internazionale sapori, valori e cultura dell’enogastronomia della nostra penisola. La cena farà seguito a un convegno dedicato ai prodotti tipici italiani Dop e Igp. “La Serata di Gala, che ci è stata affidata per il terzo anno – commentano dalla storica associazione dei ristoratori del buon ricordo – sarà riservata a un selezionatissimo gruppo di invitati che, attraverso i prodotti regionali che faremo degustare e i piatti preparati dagli chef di 8 nostri ristoranti, potranno fare una sorta di meraviglioso viaggio d’Italia enogastronomico, assaporandone prodotti, piatti e vini. Gli ospiti seguiranno un vero e proprio percorso da Nord a Sud della penisola e potranno scoprire la straordinaria varietà e prelibatezza delle cucine regionali italiane. Gli otto ristoratori che rappresenteranno l’associazione a Parigi sono: Al Cavallino Bianco di Polesine Zibello, Boccadoro di Noventa Padovana, La Forchetta di Parma, La Manuelina di Recco, Lo Stuzzichino di S. Agata sui Due Golfi, Osteria di Fornio di Fidenza, Pascalò di Marina di Vietri sul Mare. “Con Massimo e Celine Mori del Mori Venice di Parigi, attivi ed entusiasti capofila di questo bel progetto – proseguono dall’associazione – saranno presenti alla Cena di Gala il nostro presidente Cesare Carbone e il segretario generale organizzativo Luciano Spigaroli. All’evento parteciperanno anche i nostri partner, che ci affiancano nella valorizzazione dell’eccellenza della cucina regionale italiana: Bellomo, Confagricoltura, Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, Consorzio Franciacorta, Consorzio Parmigiano Reggiano, Coppini Arte Olearia, Filette Prime Water, Illy Caffè, La Giardiniera del Cerreto, Raggio di Sole, Tenuta Margherita, Zanussi Professional”.

Articolo precedenteTrivelle, quella battaglia vinta in Costiera Amalfitana
Articolo successivoLetteratura e Salerno. Parola a Saggese

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui